Tube Recording Studio al Womex di Budapest.

La necessità e la voglia di far conoscere la nostra realtà e i nostri progetti all’interno del circuito internazionale, ci ha portato per la prima volta al Womex di Budapest, uno dei più importanti meeting di musica nel panorama mondiale.

Il network internazionale di cui fa parte il Tube Recording Studio ci porta sempre più spesso a frequentare appuntamenti e meeting quali il Jazz Ahead di Brema, il Tallin Music Week in Estonia, Expo Clasica di Madrid, il Luxembourg Jazz Meeting, l’Italian Jazz Days in New York.

Questa settimana ci troviamo grazie alla collaborazione con Odradek Records al Womex di Budapest. Enrico Moccia, infatti, è l’attuale Jazz Chief dell’etichetta statunitense, basata in Lawrence, Kansas. Odradek Records è una bellissima realtà, che distribuisce fisicamente i propri progetti dagli USA al Giappone, dalla Gran Bretagna al Canada, e in gran parte degli stati europei. Un’etichetta democratica, no-profit, controllata dagli artisti facenti parte del catalogo.

Oltre ai nuovi progetti realizzati con la Odradek, ovvero Paul Fox Collective, Philip Clouts Quartet e Gert Zimanowski, stiamo promuovendo tutti i progetti della Emme Record Label, etichetta discografica che realizza i propri progetti all’interno del Tube Recording Studio.

Spazio quindi alle nuovissime uscite di Filippo Cosentino Quartet “L’Astronauta”, di Francesco Mascio feat. Luca Aquino “Ganga’s Spirit” e di Giulia Facco “The Prophecy”. Stiamo facendo ascoltare anche “Passaggio al Bosco” di Andrea Garibaldi Trio, “Che fine ha fatto il Signor Bowman” di Giovanni Benvenuti, e “Travelling” di Alberto Dipace Free Project. In anteprima anche l’Album “The Chicken in Love” dei No Trio for Cats e “Dear Mr. Silver” degli Slightly Out Quintet. Non potevamo poi non portare “Morbid Dialogues” di Alessandro Deledda Quartet feat. Francesco Bearzatti, “Delusion of Grandeur” dei 4s, “Rosso 50″ dei Coparoom, “Start” degli Illogic Trio, “Don’t Be Afraid” degli Unicam Jazz Quartet feat . Jonathan Kreisberg, e “Human Being” di Filippo Cosentino Trio feat. Michael Rosen.

Insomma tanta buona musica all’interno del nostro Stand, e ottimi incontri con musicisti internazionali…